L’asciugacapelli professionale

L’asciugacapelli professionale

Un asciugacapelli professionale è un dispositivo con prestazioni al di sopra della media, volto ad essere utilizzato nei saloni dei parrucchieri, ma che sempre più spesso viene scelto anche in ambito casalingo, visti i benefici che ha rispetto ad un asciugacapelli tradizionale.

Uno dei principali fattori che distinguono un asciugacapelli ordinario da uno professionale è sicuramente la potenza. Questa è data dalla somma di tre elementi che ne determinano la velocità ed efficacia delle prestazioni del nostro dispositivo: i Watt, il tipo di motore e la portata del flusso d’aria; vediamoli nello specifico.

 

Watt

A seconda del numero di watt che un apparecchio avrà, differente sarà l’asciugatura dei capelli; ovviamente più sono i watt più sarà veloce e potente. I modelli domestici variano da 700 W a 2400 W, mentre i modelli professionali possono avere un numero più elevato.

Ovviamente con il variare della potenza del dispositivo, maggiore sarà elevato il suo costo e i consumi che produrrà.

 

Motore

Il motore di un asciugacapelli si può distinguere in tre differenti tipologie: EC, AC, DC.

 

  • Motore EC, si tratta di un motore digitale grazie al quale i suoi meccanismi si attivano elettronicamente. Si tratta di modelli di ultima generazione, dal prezzo decisamente elevato ma con una potenza molto alta; si parla di 10.000 ore di longevità dell’apparecchio.
  • Motore AC, ovvero un motore a corrente alternata, studiato proprio per apparecchi professionali dalle prestazioni elevate. Studiati apposta per essere utilizzati a lungo in modo continuativo ad elevata potenza. Rispetto al motore EC ha una longevità di circa 2000 ore.
  • Motore DC, i modelli con questo tipo di motore funzionano a corrente continua con delle prestazioni molto buone. Rispetto al motore AC, producono una pressione dell’aria inferiore ed hanno circa 1200 ore di utilizzo. Di solito questo tipo di motore è presente sugli apparecchi ad utilizzo casalingo.

 

Portata del flusso d’aria

Un valore collegato alla potenza, si tratta della quantità d’aria che il dispositivo riesce a buttare verso l’esterno in un determinato tempo. Più un asciugacapelli è potente, maggiore sarà la velocità del getto d’aria che riesce a produrre. Nei modelli professionali sarà più alta che in modelli ordinari o da viaggio.

 

Bisogna comunque sottolineare che pur trattandosi di apparecchi professionali, è necessario scegliere un modello adatto al tipo di capello.

Per i capelli lisci è bene affidarsi ad un asciugacapelli abbastanza potente, ma con temperature non troppo eccessive così da non stressare inutilmente il capello. Utile in questo caso la funzione ionica per rendere i capelli lisci, lucenti e morbidi al tatto.

Per I capelli ricci invece sarebbe lasciarli asciugare naturalmente, è quindi consigliato un apparecchio in grado di asciugare i capelli lentamente senza utilizzare troppa potenza. Per questo tipo di capelli è indicato l’utilizzo del diffusore, normalmente fornito nella scatola al momento dell’acquisto.

I capelli crespi invece devono essere trattati con un asciugacapelli dal beccuccio stretto, così da non andare ad irritare il cuoio capelluto. Non è necessario utilizzare troppo a lungo l’apparecchio, e comunque la funzione ionica è indicata anche in questo caso.

La regola sa seguire comunque in ogni caso è quella di utilizzare il proprio asciugacapelli con una buona quantità d’aria, ma ad una temperatura non troppo elevata che provocherebbe la rottura dei capelli.

Leggi anche: Come mantenere il vostro tablet sicuro

Zibwaldone

I commenti sono chiusi